Annunci
Fotografia

Non luoghi

Galleria
Fotografia

Il rifugio ideale

È sempre piacevole avere a disposizione un angolo di pace in cui rifugiarsi, uno spazio isolato dal caos urbano (non mi riferisco necessariamente al traffico) in cui poter riposare la mente e gli occhi. Alberi, quiete, silenzio: semplicemente poter “staccare la spina”.

Il rifugio ideale sarebbe allo stesso tempo un posto protetto e una via di fuga: nascondersi per dimenticare di vivere in una città (piccola o grande non importa) e magari imboccare una strada e camminare lentamente fino ad allontanarsi e perdersi nell’ozio campestre.

Standard
Fotografia

Una foto contro l’oblio

IMG_20160207_123038-01Territori uniti da un nome, ma divisi per differenze nel tessuto economico e sociale. Zone in cui c’è una concentrazione di infrastrutture moderne e altre dove muoversi è un problema.

Una fotografia può fissare per sempre un’emozione, una suggestione o una sensazione. Una fotografia può testimoniare l’esistenza di luoghi tanto affascinanti, quanto dimenticati dai più.

Standard
Fotografia

Poggiorsini, dove il tempo non esiste

Poggiorsini (1)Domenica mattina l’inesorabile desiderio di scattare fotografie in giro per la Puglia ha fatto di nuovo capolino. Stavolta sono tornato in un posto visitato circa tre anni fa, un luogo fuori dalle mete del turismo di massa e per questo ancora incontaminato e immobile in un’atmosfera senza tempo.

Poggiorsini (4)Sto parlando di Poggiorsini, un paesino di poco più di mille abitanti posto all’estremità del confine tra Puglia e Basilicata, dove in condizioni climatiche favorevoli (come quelle di domenica scorsa appunto), la vista può spaziare dal vicino appennino lucano fino all’imponente sagoma del monte Vulture. Come alcuni di voi avranno notato, mi piace particolarmente questa parte della mia regione e ogni volta che posso, costringo la mia macchinina a dei tour de force lunghissimi pur di immortalare e far conoscere questi luoghi.

Poggiorsini (2)Poggiorsini non ha un centro storico come l’immaginario collettivo potrebbe suggerire, poiché la parte più antica del paese è andata distrutta dopo il terremoto del 1930 e ora ciò che sembra più vecchio è il nucleo di case coloniche a schiera, sorte attorno al polo che un tempo ospitava il palazzo ducale degli Orsini (da cui il nome) e la chiesa dedicata a Maria Santissima dei Sette Dolori. Poggiorsini non ha monumenti di particolare rilevanza, infatti è nota solo per la vicinanza alla rocca del Garagnone: eppure merita una chance.

Un paesino in cui il tempo sembra scorrere con un ritmo diverso rispetto alle cittadine poco distanti, dove basta una manciata di minuti a piedi per passare dal reticolo ordinato di strade alla campagna aperta. Degno di attenzione è il panorama che si può ammirare dal belvedere: una distesa infinita di campi variopinti e di colline che si perdono in lontananza, fino a diventare montagne. Dei gatti miagolano minacciosi tra di loro, due ragazzine canticchiano il ritornello di “We are the champions” dei Queen in fondo alla stradina che conduce al vallone sottostante: il silenzio ci permette di concentrare la nostra attenzione sulle sfumature.

Standard
Fotografia

Inseguire le nuvole

NuvoleNuvole che si accumulano, cielo che si incupisce, luce fioca sulla strada che scorre per chilometri. I temporali di cui si sente l’odore, quelli che ancora devono scatenarsi o che sono ormai lontani.

Viaggiare lungo strade provinciali inzuppate dalla pioggia appena cessata, inseguire le nuvole sospinte dal vento e poi fermarsi a fotografare qualcosa che c’è stato e che ha lasciato una traccia troppo fugace per non essere catturata in tempo.

Standard
Architettura, Fotografia

Scoperte casuali

CAM00955Ehi guardaci un attimo! Diciamo a te, alza la testa siamo qui! Il giorno in cui ho deciso di fare una lunga camminata per le vie di Bari, alla ricerca di maschere apotropaiche, non avrei mai immaginato di poter immortalare quattro figure antropomorfe (tra cui una coppia di piccoli fauni) scolpite e collocate come mensole di un balcone.

È proprio vero che le città riservano sorprese incredibili, a volte basterebbe essere solo più curiosi e non camminare distrattamente con l’aria di chi non vuol scoprire più nulla.

Standard