Architettura, Arte, Fotografia, Viaggi

Santa Maria di Siponto, un esempio di arte in movimento

santa_maria_di_siponto (2)Dedico anche questo post alla basilica di Santa Maria di Siponto, sito archeologico pugliese alle porte di Manfredonia (Foggia). Come ho scritto in precedenza, l’installazione realizzata da Edoardo Tresoldi che racchiude e allo stesso tempo delinea l’edificio di culto risalente al XII secolo si intitola “Dove l’arte ricostruisce il tempo”.

santa_maria_di_siponto (7)Osservando le fotografie che ritraggono la rete metallica, si nota come un effetto blur, in particolare una certa dissolvenza che tende a muovere il soggetto in questione. In un primo momento ero convinto che le foto fossero tutte venute male, ma solo in seguito ho capito che si trattava di un’illusione ottica.

È proprio grazie a questa strana coincidenza che mi sono soffermatosanta_maria_di_siponto (9) maggiormente sul nome dell’installazione “Dove l’arte ricostruisce il tempo”. Il fitto intreccio metallico restituisce infatti un’immagine dinamica in tutte le sue tre dimensioni: questo dinamismo ci induce a pensare al sito archeologico come qualcosa che è stato, che è ora sotto i nostri occhi e che sarà visitabile in futuro.

Annunci
Standard

4 thoughts on “Santa Maria di Siponto, un esempio di arte in movimento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...