Fotografia, Viaggi

Gargano, brevi riflessioni di viaggio

img_7866Orizzonti abbastanza vicini da essere sfiorati con la vista, il mare che come sempre ci regala una sensazione di calma. Sono fermo a Torre Mileto, in fondo si scorgono le isole Tremiti, in primo piano quella di San Nicola.

Non capitavo da queste parti da una vita, ero ancora bambino, quindi potrete immaginare quale meraviglia abbia provato di fronte a questo scenario. Mentre ero in auto, in più di una circostanza guardandomi intorno ho pensato come fosse davvero grande la Puglia.

In quel momento mi trovavo a circa 200 km di distanza da Bari e ad oltre 300 da Lecce. Intendo dire che mi sono soffermato su un pensiero in particolare: trovarmi sul Gargano e sapere che la bellezza di questa regione mi attende anche a centinaia di km di distanza da lì.img_7911

La suggestività dei luoghi è un tratto comune della Puglia, ma non si può evitare di notare la profonda differenza tra le aree del territorio. Una regione unica che contiene al suo interno tante regioni a sé stanti, ognuna con peculiarità tali che non possono sfuggire all’attenzione dei turisti, così come dei suoi stessi abitanti.

Annunci
Standard
Fotografia

Il mare e la frenesia

IMG_20160724_195349-01Lungomare di Bari, una passeggiata conclusasi su una panchina. Mi guardo intorno, non riesco a star fermo e invece davanti a me il mare è del tutto piatto e mi invita a pensare, osservare, riflettere.

IMG_20160724_193331-01-01Mi guardo intorno in un’afosa serata di fine luglio, con la testa al viaggio che avrei fatto di lì a pochi giorni e le orecchie assalite dal vociare proveniente dalle altre panchine brulicanti di persone. Sedersi di fronte al mare è una vera e propria arte: riuscire in pochi secondi a individuarne una panchina vuota e fiondarsi a occuparla prima che qualcuno lo faccia per primo assomiglia tanto alla ricerca disperata di un parcheggio.

Troppa frenesia, troppi pensieri che si accavallano: “Pensa a me! No, pensa prima a me!”. Finisco per scattare foto a qualcosa che non c’è nella realtà ma solo nella mia immaginazione.

IMG_20160724_200655-01La città, le strade, gli edifici, le auto che sfrecciano, la banalità quotidiana: tutto si congela in un’atmosfera impalpabile perché ho voglia di estraniarmi.

Ciao a tutti/e, come state? Questo post coincide idealmente con l’inizio di un nuovo anno, l’estate ha portato consiglio, nuove fonti di ispirazione e la lettura del saggio “Sulla fotografia” di Susan Sontag ha aperto uno squarcio nella mia mente.

Circostanze varie ed eventuali hanno influito notevolmente sul cambiamento d’approccio alla foto e questo processo di trasformazione sarà visibile nelle prossime pubblicazioni.

Standard