cultura, Fotografia

IV Giornata dei dialetti e delle lingue locali

Anche quest’anno l’UNPLI (Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia) ha patrocinato eventi e manifestazioni culturali che rientrano nella Giornata nazionale del dialetto e delle lingue locali, giunta ormai al suo quarto appuntamento. Le immagini si riferiscono alla commedia teatrale in vernacolo andriese intitolata La fest’ du scummugghje. originariamente scritta da Grazia Montanari e portata in scena ieri, domenica 17 Gennaio, dalla compagnia della parrocchia di Sant’Agostino nell’auditorium Monsignor Di Donna ad Andria.

Annunci
Standard
cultura, Fotografia, Viaggi

Fotografare la gente: le feste medioevali

Federicus - AltamuraAltro giro, altra corsa: stasera voglio rispolverare questa fotografia scattata il primo Maggio scorso ad Altamura, in provincia di Bari, durante la festa medioevale “Federicus”. Stavo passeggiando per le strade del centro storico alla ricerca di immagini suggestive, tuttavia non era facile districarsi in mezzo alla folla.

Tra le fotografie che preferisco scattare in queste occasioni, ci sono senza dubbio quelle in mezzo alla gente: a colori o in bianco e nero, mi piace catturare la frenesia e gli sguardi di chi partecipa a queste feste. Ricordo perfettamente quel momento: c’era troppa confusione ed era difficile riuscirmi a fermare per immortalare qualche altra scena, quindi davo ormai per scontato di lasciar perdere.

È stato un attimo: un figurante attraversa in diagonale la strada indossando costumi medioevali e portando a spalla una lunga tavola colma di pagnotte. “Farò presto – pensai – sarò velocissimo, giuro che sarà l’ultima foto!”. Per i malati di fotografia non esiste un’ultima foto, quindi.. buona la penultima!

Standard
cultura, Fotografia, Natura

Maggio di Accettura: impossibile dimenticarsene

In vino veritasCi sono poche foto che rivedo sempre volentieri e questa è sicuramente una delle più significative. L’ho scattata l’anno scorso in Basilicata, durante le festività in occasione del Maggio di Accettura, un’importantissima sagra che ben rappresenta il passaggio nella contemporaneità delle tradizioni popolari secolari.

Il rito per cui Accettura è famosa è lo sposalizio del maggio con la cima: il tronco di un cerro su cui viene innestato un agrifoglio. La foto in alto è stata scattata la sera dell’8 Giugno 2014, dopo l’arrivo della cima in paese, con relativo corteo di gente felice, festante e fradicia di vino.

Standard